The Winter Wonderland Book Tag

22 POST WINTER TAG (1)Con il crollo delle temperature e l’arrivo del gelo era solo questione di tempo per l’arrivo di questo Tag.

Cercando su internet inspirazione per nuovi contenuti sono arrivata all’articolo di  Pezzi di Carta e riprendendo le sue domande  ecco il Winter Wonderland Book Tag!

 

 

 

Quale libro è così allegro e dolce che ti scalda il cuore?

1728-3Sono nata in piena estate, il 24 luglio precisamente, ed è forse per questo che credo di avere una specie di avversione per tutto ciò che è freddo: amo il caldo, le lunghe giornate, il mare, e neanche a dirlo, le ferie! Capite da voi che l’inverno, se non fosse per il Natale e le vacanze in generale, sarebbe una stagione per me invivibile; in questi momenti cerco qualcosa che mi scaldi il cuore – al resto ci pensano la vestaglia, i calzettoni in lana e la borsa dell’acqua calda! – e mi riporti a pensare positivo, perciò non posso che rispondere: Il Parnaso Ambulante. La storia di Ellen e Roger rimane una delle mie preferite: la passione per i libri, la ricerca delle proprie passioni, del proprio io e – perché no?! – dell’amore la rendono una storia che non mi stancherei mai di rileggere.

 

Qual è il tuo libro preferito con una copertina bianca?

41qyHbuO4TL._SY264_BO1,204,203,200_QL40_

 

Dovendomi limitare alla scelta di un libro a copertina bianca dico Come un romanzo. Un saggio che parla di libri, del piacere della lettura, dell’universalità del leggere e dei diritti del lettore come poteva non essere tra i miei preferiti!

 

 

 

Sei seduto su una bella sedia comoda, indossando un pigiama, con una tazza di cioccolata calda ma quale mostruoso libro stai leggendo?

37365-maledizione-cuore-fantasmaSono sicura che questa sia una domanda trabocchetto vero?! Perché dovrei leggere un libro di paura mentre mi bevo una cioccolata calda? Sapete che io sono una fifona? Ad ogni modo, credo che starei leggendo La Maledizione del Cuore Fantasma. Molti di voi obietteranno che  non è proprio un libro mostruoso e per rispondervi vi linko il mio Halloween Book Tag capirete che quando leggerò questo libro per me sarà un grande passo avanti.

 

 

 

Ha iniziato a nevicare e hai deciso di fare una battaglia a palle di neve! Quale personaggio ti farebbe compagnia?

s-l500 (1)

Ma sicuramente le mie amiche di infanzia: Meg, Jo, Beth ed Amy di Piccole Donne!  Adoravo le loro escursione, le gare di pattinaggio e le battaglie a palle di neve, ne avrei sicuramente preso parte e credo che avrei miseramente perso, considerando il mio scarso equilibro su superfici instabili e la mia limitata praticità sulla neve!

 

 

 

Purtroppo, il fuoco nel camino sta per spegnersi. Di quale libro strapperesti le ultime pagine per gettarle nel fuoco?

91brxhFf3ULNon credo getterei mai un libro nel camino. Non si fa, non mi piace come fatto ma nemmeno come idea anche se il libro dovesse essere orrendo e fidatevi, di libri orrendi ne ho letti a bizzeffe, ma preferisco relegarli all’oblio piuttosto che gettarli nel fuoco: è la punizione migliore per i loro autori. Gettando nel fuoco un libro scritto male e brutto si consentirebbe all’autore di passare per martire invece “condannandolo” all’oblio si spera che prima o poi capisca che scrivere è un lavoro per pochi, leggere è per tutti! Comunque, per riprendere dalla domanda io direi:

SPOILER

Un lungo fatale inseguimento d’amore ma non tutto, solo le ultime pagine, per riscriverle meglio ed evitare il triste epilogo.  Non ho ancora perdonato la Alcott per quel finale!

 

Quale libro vicino al tuo cuore regaleresti a qualcuno che non ama leggere?

51oDkjaJ+RL._SX332_BO1,204,203,200_Facile: Harry Potter!

La mia famiglia è composta principalmente da lettori: mio padre legge saggistica e  mia madre è una vera appassionata di narrativa; così sia io, che i miei fratelli, abbiamo da sempre letto.  mia madre che ha comprato e letto per prima Harry Potter e la pietra filosofale e ha voluto che lo leggessimo anche noi. Tutti lo abbiamo accolto con entusiasmo ma non riuscivamo a convincere Davide. Non voleva saperne di leggere! Un giorno mia madre gli propose di cominciar a leggere la saga dal terzo volume, visto che i primi due film li aveva già visti e che, a nostro parere, sono piuttosto fedeli ai libri. La proposta fu accettata e così non ha più smesso, ha letto anche i primi due volumi e poi tutta la saga. Davide è l’unico di noi che ha letto i libri di Harry Potter talmente tante volte che se prendiamo uno qualsiasi tra i sette libri e leggiamo le prime parole di un capitolo lui sa dire esattamente il libro e il titolo del capitolo da cui si sta citando! Le vere magie! Ovviamente non si è limitato a leggere solo Harry Potter ora è un lettore appassionato!

 

Eccoci alla fine del nostro The Winter Wonderland Book Tag.

Continuate a coprirvi, a bere bevande calde ma soprattutto continuate a leggere!

Alla prossima, Miriam

Sir Gawain, la damigella e il nano

9788804543299TITOLO: Sir Gawain, la damigella e il nano

AUTORE: Gerald Morris

EDITORE: Mondadori

ANNO: 2005

 

 

Sir Gawain, la damigella e il nano è un libro scritto da Gerald Morris pubblicato dalla Mondadori per la collana Junior Fantasy nell’anno 2005.

Di questo libro ne avevo già parlato nel La Torre dei Libri – Book Tag #2, ma  non abbastanza approfonditamente e un libro del genere merita una sua recensione, perciò eccomi qui!

Avevo poco più di 12 anni quando questo volume mi è stato regalato da una mia, tuttora carissima, amica; inizialmente ero rimasta un po’ colpita dal titolo e dalla copertina, come sapete il genere fantasy non è il mio forte perciò non ero molto ben disposta verso un libro che parlasse di nani ma visto che la mia amica lo aveva visto e letto pensando a me, non potevo non leggerlo, anche solo per capire perché era convinta che mi sarebbe piaciuto… mi conosceva meglio di quanto potessi sperare!

Cominciamo con ordine, la trama!

Lady Lynet è in difficoltà: sua sorella ha un malvagio pretendente che sfida a duello e decapita chiunque si avvicini al castello e osi contendere la mano della ragazza. Così una notte l’intrepida Lynet scappa, diretta verso la corte di re Artù, dove spera di incontrare un valoroso cavaliere in grado di sconfiggere il Cavaliere delle Terre Rosse e liberare il castello. Ben presto trova Roger, uno strano nano che l’accompagna nel cammino verso Camelot

L’estratto della trama non è del tutto esplicativo della complessità della storia, perché sì, sebbene sia un libro indirizzato ad un pubblico giovane la trama in realtà è più intricata di quello che sembra. Coinvolgente, mai banale, a tratti romantica con il giusto accenno di fantasy è una narrazione adatta anche ad un pubblico più adulto. Ma ovviamente non voglio spoilerare nulla, perché vi toglierei il gusto di leggerlo.

POST LA DAMIGELLA E IL NANO

Gerald Morris ha uno stile lineare ma originale. Ho apprezzato, più di tutto, il modo di caratterizzare ogni personaggio, un particolare che nei libri per ragazzi è spesso tralasciato. L’autore delinea i protagonisti della storia non solo nell’aspetto, che risulta di per sé esplicativo del soggetto, ma anche nei modi di esprimersi, muoversi e rapportarsi. Lynet e Roger, rispettivamente la damigella e il nano, sono ironici, pungenti, sagaci; tutt’ora, leggendo i loro dialoghi, scoppio a ridere!

Ho scoperto scrivendo la recensione che reperire questo volume è quasi impossibile, solo alcuni piccoli negozi dell’usato lo propongono ancora, anche se è un libro che meriterebbe la ristampa! Inoltre quest’opera appartiene in realtà ad una collana: Le Avventure di Sir Gawain, da qui il titolo! Infatti da piccola, fino all’ultima pagina mi sono domandata il motivo di un titolo del genere, visto che di Gawain si fa conoscenza solo alla fine; purtroppo, vista la scarsa recuperabilità dei volumi, non ho mai potuto leggere altro di questo autore, con mio dispiacere.

Come tutti i libri letti e amati nella mia infanzia, anche questo, di tanto intanto, apprezzo rileggere e ripercorrere, così, alcune delle emozioni provate da bambina. La rilettura spesso mi aiuta a ricordare chi ero, chi sono e chi voglio essere, a ri-focalizzare gli obiettivi e a ri-immergermi nella quotidianità.

Un libro che consiglio a chi ama i cavalieri, chi ha fratelli e non li sopporta, ma meno male che ci sono, a chi avrebbe desiderato avere un elisir di bellezza in passato a chi per trovare l’Amore deve prima conoscere se stesso.

Alla prossima, Miriam

 

L’amore non è mai una cosa semplice

lamore-non-e-mai-una-cosa-semplice-x1000

TITOLO: L’amore non è mai una cosa semplice

AUTORE: Anna Premoli

EDITORE: Newton Compton

ANNO: 2015

 

 

 

L’amore non è mai una cosa semplice è un romanzo scritto da Anna Premoli, vincitrice nel 2013 del Premio Bancarella.

La trama racconta la storia di Lavinia, una giovane studentessa alle prese con l’ultimo anno in Economia alla Bocconi, spaventata e indecisa sul suo futuro si fa forte del sostegno delle sue amiche e dell’approvazione dei suoi genitori, che cerca di non deludere, nonostante i loro desideri spesso non coincidano con i suoi. è proprio in questo stato di accondiscendenza nei confronti della vita che Lavinia incontra Sebastiano, studente di informatica del Politecnico di Milano. Sebastiano è, per gusti e obiettivi, quanto di  più lontano si possa immaginare da Lavinia; ma l’obbligo di frequentarsi per un progetto universitario li porterà entrambi a scontrasi con le proprie paure, e per entrambi segnerà un punto di svolta…

Della stessa autrice ho già letto è solo una storia d’amore, il primo libro che mi ha fatto ricredere sul genere romance,  così quando mi sono approcciata a questa storia non mi sono posta minimamente il problema se mi sarebbe piaciuta o meno, sapevo che sarebbe stato cosi! E in effetti Anna Premoli non si è smentita, è un libro che ho adorato!

La trama, come per quasi tutti gli appartenenti al genere, è piuttosto scontata, ma non ne faccio un problema dell’autrice perché penso sia un tratto proprio dei romance – d ‘altra parte se non si innamorano i protagonisti, che storia d’amore è?! – molti di voi potranno allora obiettare sul senso di leggere una storia di cui si conosce il finale, semplice: perché non si sa come ci si arriverà e perché è scritto bene.POST L'AMORE NON E' MAI UNA COSA SEMPLICE 2

Sì perché se il racconto è semplice e lineare, la scrittura, di contro, è: ironica, espressiva,  coinvolgente. Ho continuato a leggere fino a notte fonda ma soprattutto continuavo a ridere cercando di non svegliare nessuno: Lavinia e Sebastiano sono stati causa ed effetto del mio nottambulismo e del mio sentirmi uno straccio la mattina dopo!

La Premoli, ecco un altro punto a favore dell’autrice, ha la capacità di caratterizzare i personaggi anche con poche parole: per spiegare Lavinia, fa uso dei dialoghi, è attraverso le poche risposte che da, o meglio, le risposte che cerca, soprattutto dai genitori, che spiegano l’insicurezza cronica di Lavinia; per Sebastiano, ci bastano le sue magliette… leggete il libro e capirete!

L’amore non è mai una cosa semplice è un libro che, come avrete potuto notare,  mi è piaciuto molto. In questo periodo sto affrontando uno dei miei più lunghi blocchi del lettore, non so se per via degli impegni o semplicemente per pigrizia, il pensiero di prendere un libro in mano già mi stanca;  perciò mi son detta devo cercare qualcosa che per certo mi piacerà! E mi sono accorta di lui.

Al di là della storia d’amore il romanzo della Premoli tratta anche di altro: di insicurezze e sicurezze, di futuro e passato, scelte importanti e amicizia.

L’unica pecca, se proprio dobbiamo criticare qualcosa, è il titolo e la copertina. Sono contenta che hanno fatto il “restyling” delle copertine della Premoli perché veramente nessuna rendeva giustizia al suo contenuto! Per i titoli possiamo ancora lavorarci.

Lo consiglio a tutti, a chi non sa qual è il suo posto nel mondo e a chi lo sa benissimo, a chi cerca di capirci qualcosa di computer e a chi lavora per Google, a chi sogna di innamorarsi, ridendo l’uno dell’altra!

Alla prossima, Miriam

 

Libri Omaggio

Fino al 16 settembre 2018 per ogni acquisto su Vintage Book pari o superiore ai 4€ in libri potrai scegliere un omaggio (fino ad un massimo di 5) in questa lista:

 

AA.VV. – Le avventure di Sindibàd il marinaio – Newton Compton – Tascabili Economici 100 pagine – 1993 – Libro Usato in Buone Condizioni

Balzac – Il Colonnello Chabert – Newton Compton – Tascabili Economici 100 pagine – 1993 – Libro Usato in Buone Condizioni

Baudelaire – Un Mangiatore D’Oppio – Newton Compton – Tascabili Economici 100 pagine – 1993 – Libro Usato in Buone Condizioni

Buddha – I Quattro Pilastri della Saggezza – Newton Compton – Tascabili Economici 100 pagine – 1996 – Libro Usato in Buone Condizioni

Carolyn Wells – Il Marchio di Caino – Newton Compton – Compagnia del Giallo – 1993 -Libro Usato in Buone Condizioni

Clausewitz – Pensieri sulla Guerra – Biblioteca Ideale Tascabile – Classici del Pensiero – 1995 – Libro Usato in Buone Condizioni

Confucio – Massime – Newton Compton – Tascabili Economici 100 pagine – 1999 – Libro Usato in Buone Condizioni

Conrad – La Linea D’Ombra – Newton Compton – Tascabili Economici 100 pagine – 1997 -Libro Usato in Buone Condizioni

Conrad – Cuore di Tenebra – Newton Compton – Tascabili Economici 100 pagine – 1993 -Libro Usato in Buone Condizioni

Dante Alighieri – La Divina Commedia – Newton Compton – Tascabili Economici 100 pagine – 1993 – Libro Usato in Buone Condizioni

De Villiers – Una Valigia Tira L’Altra – Mondadori – Segretissimo – 1986 – Libro Usato in Buone Condizioni

Dickens – Il Grillo del Focolare – Newton Compton – Tascabili Economici 100 pagine – 1993  – Libro Usato in Buone Condizioni

E. Van Vogt – Lo Stregone di Linn – Newton Compton – Compagnia del Fantastico – 1996 – Libro Usato in Buone Condizioni

Earl Derr Biggers – Charlie Chan e il Pappagallo Cinese – Newton Compton – Compagnia del Giallo – 1993 – Libro Usato in Buone Condizioni

Edgar Wallace – L’Orma Gigante – Newton Compton – Compagnia del Giallo – 1993 – Libro Usato in Buone Condizioni

Edgar Wallace – La Valle degli Spiriti – Newton Compton – Compagnia del Giallo – 1993 –  Libro Usato in Buone Condizioni

Edgar Wallace – L’Enigma dello Spillo – Newton Compton – Compagnia del Giallo – 1993 -Libro Usato in Buone Condizioni

Edgar Wallace – La Porta del Traditore – Newton Compton – Compagnia del Giallo – 1993 – Libro Usato in Buone Condizioni

Edgar Wallace – Il Laccio Rosso – Newton Compton – Compagnia del Giallo – 1993 – Libro Usato in Buone Condizioni

Edgar Wallace – L’arciere verde – Newton Compton – Compagnia del Giallo – 1993 – Libro Usato in Buone Condizioni

Edgar Wallace – Il pugnale di cristallo – Newton Compton – Compagnia del Giallo – 1993 – Libro Usato in Buone Condizioni

Epicuro – Massime e Aforismi – Newton Compton – Tascabili Economici 100 pagine – 1993 – Libro Usato in Buone Condizioni

Erasmo Da Rotterdam – Elogio della follia – Newton Compton –  Tascabili Economici 100 pagine – 1995 – Libro Usato in Buone Condizioni

Erasmo Da Rotterdam – Elogio della Pazzia – Biblioteca Ideale Tascabile – Classici del Pensiero – 1995 – Libro Usato in Buone Condizioni

Flaubert – Memorie di un Pazzo – Newton Compton – Tascabili Economici 100 pagine – 1996 – Libro Usato in Buone Condizioni

Freud – Coca e Cocaina – Newton Compton – Tascabili Economici 100 pagine – 1995 – Libro Usato in Buone Condizioni

Freud – Aforismi e Pensieri – Newton Compton – Tascabili Economici 100 pagine – 1993 -Libro Usato in Buone Condizioni

G.B. Shaw – Pigmalione – Newton Compton – Tascabili Economici 100 pagine – 1995 – Libro Usato in Buone Condizioni

Gandhi – Aforismi e Pensieri – Newton Compton – Tascabili Economici 100 pagine – 1995 -Libro Usato in Buone Condizioni

Garcia Lorca – I Sonetti dell’amore oscuro – Newton Compton – Tascabili Economici 100 pagine – 1993 – Libro Usato in Buone Condizioni

Gaston Leroux – Il profumo della dama in nero – Newton Compton – Compagnia del Giallo –  1993 – Libro Usato in Buone Condizioni

Gibran – Aforismi – Newton Compton – Tascabili Economici 100 pagine – 1993 – Libro Usato in Buone Condizioni

Gibran – La Voce del Maestro – Newton Compton – Tascabili Economici 100 pagine – 1997 -Libro Usato in Buone Condizioni

Gibran – Gli dèi della terrra e Le tempesta – Newton Compton – Tascabili Economici 100 pagine – 1993 – Libro Usato in Buone Condizioni

Goethe – I dolori del Giovane Werther – Newton Compton – Tascabili Economici 100 pagine – 1993 – Libro Usato in Buone Condizioni

Goldoni – Gl’Innamorati – Newton Compton – Tascabili Economici 100 pagine – 1993 – Libro Usato in Buone Condizioni

Hesse – Animo Infantile – Newton Compton – Tascabili Economici 100 pagine – 1995 – Libro Usato in Buone Condizioni

Hesse – Amore – Newton Compton – Tascabili Economici 100 pagine – 1996 – Libro Usato in Buone Condizioni

Hesse – Pellegrinaggio d’Autunno – Newton Compton – Tascabili Economici 100 pagine – 1993 – Libro Usato in Buone Condizioni

Hesse – Amicizia – Newton Compton – Tascabili Economici 100 pagine – 1993 – Libro Usato in Buone Condizioni

Hesse – Francesco D’Assisi – Newton Compton – Tascabili Economici 100 pagine – 1993 -Libro Usato in Buone Condizioni

Hodgson – L’Orrore del Mare – Newton Compton – Tascabili Economici 100 pagine – 1993 – Libro Usato in Buone Condizioni

Hoffmann Price – Stroup – Burks – Graham – Lieferant – Le Case Maledette – Newton Compton – Tascabili Economici 100 pagine – 1993 – Libro Usato in Buone Condizioni

Hubbard – Il Tenente – Mondadori – Urania – 1976 – Libro Usato in Buone Condizioni

Ibsen – Casa di Bambola – Newton Compton – Tascabili Economici 100 pagine – 1993 – Libro Usato in Buone Condizioni

John Buchan – I Trentanove Scalini – Newton Compton – Compagnia del Giallo – 1993 – Libro Usato in Buone Condizioni

Kierkegaard – Aforismi e Pensieri – Newton Compton – Tascabili Economici 100 pagine – 1995 – Libro Usato in Buone Condizioni

Kierkegaard – Diario del Seduttore – Newton Compton – Tascabili Economici 100 pagine – 1993 – Libro Usato in Buone Condizioni

Lawrence – La Volpe – Newton Compton – Tascabili Economici 100 pagine – 1995 – Libro Usato in Buone Condizioni

Le Fanu – Carmilla – Newton Compton – Tascabili Economici 100 pagine – 1993 – Libro Usato in Buone Condizioni

Le Fanu – Tre Casi del dr. Hesselius – Newton Compton – Tascabili Economici 100 pagine – 1993 – Libro Usato in Buone Condizioni

Leonardo Da Vinci – Aforismi, Novelle e Profezie – Newton Compton – Tascabili Economici 100 pagine – 1993 – Libro Usato in Buone Condizioni

Macchiavelli – Mandragola – Newton Compton – Tascabili Economici 100 pagine – 1996 – Libro Usato in Buone Condizioni

Mack Reynolds – Ed egli maledisse lo scandalo – Mondadori – Urania – 1966 – Libro Usato in Buone Condizioni

Mann – Cane e Padrone – Newton Compton – Tascabili Economici 100 pagine – 1995 – Libro Usato in Buone Condizioni

Mann – La Morte a Venezia – Newton Compton – Tascabili Economici 100 pagine – 1993 – Libro Usato in Buone Condizioni

Marx-Engels – Manifesto del partito comunista – Newton Compton – Tascabili Economici 100 pagine – 1993 – Libro Usato in Buone Condizioni

Mary R. Rinehart – L’Uomo della Cuccetta n.10 – Newton Compton – Compagnia del Giallo – 1993 – Libro Usato in Buone Condizioni

Mary R. Rinehart – La scala a chiocciola –  Newton Compton – Compagnia del Giallo – 1993 – Libro Usato in Buone Condizioni

Melville – Billy Budd il marinaio – Newton Compton – Tascabili Economici 100 pagine – 1993 – Libro Usato in Buone Condizioni

Moro – Utopia – Newton Compton – Tascabili Economici 100 pagine – 1993 – Libro Usato in Buone Condizioni

Murray Leinster – Questo è un Gizmo – Mondadori – Urania – 1962 – Libro Usato in Buone Condizioni

Nick Carter – Nick Carter e la “Sporca Cinquina” – Mondadori – Segretissimo – 1969 – Libro Usato in Buone Condizioni

Petrolini – Macchiette, Lazzi, colmi e Parodie – Newton Compton – Tascabili Economici 100 pagine – 1993 – Libro Usato in Buone Condizioni

Pirandello – Il Turno – Newton Compton – Tascabili Economici 100 pagine – 1999 – Libro Usato in Buone Condizioni

Pirandello –  Sei personaggi in cerca d’autore – Newton Compton – Tascabili Economici 100 pagine – 1993 – Libro Usato in Buone Condizioni

Plutarco – Il Fato e la Superstizione – Newton Compton – Tascabili Economici 100 pagine –  1993 – Libro Usato in Buone Condizioni

Poe – Eureka – Poema in prosa – Newton Compton – Tascabili Economici 100 pagine – 1996 – Libro Usato in Buone Condizioni

Poe – Racconti del Terrore – Newton Compton – Tascabili Economici 100 pagine – 1993 – Libro Usato in Buone Condizioni

Proust – Massime e Aforismi dalla Recherche – Newton Compton – Tascabili Economici 100 pagine – 1993 – Libro Usato in Buone Condizioni

Rimbaud – Una Stagione All’Inferno – Newton Compton – Tascabili Economici 100 pagine – 1995 – Libro Usato in Buone Condizioni

Rimbaud – Illuminazioni – Newton Compton – Tascabili Economici 100 pagine – 1993 – Libro Usato in Buone Condizioni

S.S. Van Dine – La dea della vendetta – Newton Compton – Compagnia del Giallo – 1993 – Libro Usato in Buone Condizioni

Seneca – La Felicità – Newton Compton – Tascabili Economici 100 pagine – 1993 – Libro Usato in Buone Condizioni

Shakespeare – Otello il Moro di Venezia – Newton Compton – Tascabili Economici 100 pagine – 1993 – Libro Usato in Buone Condizioni

Sinesio – Elogio della Calvizie – Biblioteca Ideale Tascabile – Classici del Pensiero – 1995 – Libro Usato in Buone Condizioni

St. Louis – Il Codice Bushido – Mondadori – Segretissimo – 1985 – Libro Usato in Buone Condizioni

Stevenson – L’Isola della Voci e la Spiaggia di Falesà – Newton Compton – Tascabili Economici 100 pagine – 1993 – Libro Usato in Buone Condizioni

Sun Tzu – L’Arte della Guerra – Newton Compton – Tascabili Economici 100 pagine -1993 -Libro Usato in Buone Condizioni

Svevo – Corto Viaggio sentimentale – Newton Compton – Tascabili Economici 100 pagine – 1993 – Libro Usato in Buone Condizioni

Vatsyayana – Kamasutra – Newton Compton – Tascabili Economici 100 pagine – 1993 – Libro Usato in Buone Condizioni

Wharton – Ethan Frome – Newton Compton – Tascabili Economici 100 pagine – 1993 – Libro Usato in Buone Condizioni

Wilde – Un Marito Ideale – Newton Compton – Tascabili Economici 100 pagine – 2000 – Libro Usato in Buone Condizioni

Wilde – L’Importanza di essere Onesto – Newton Compton – Tascabili Economici 100 pagine – 1999 – Libro Usato in Buone Condizioni

Wilde – Aforismi – Newton Compton – Tascabili Economici 100 pagine – 1993 – Libro Usato in Buone Condizioni

Willo Davis Robert – Come, Quando, Perché – Mondadori – Il Giallo Mondadori – 1976 -Libro Usato in Buone Condizioni

Sembrava una felicità

cover (1)

TITOLO: Sembrava una felicità

AUTORE: Jenny Offil

EDITORE: NN Editore

ANNO: 2015

 

 

 

Sembrava una felicità di Jenny Offil , tradotto da Francesca Novajra, è stato pubblicato nel 2015 da NN Editore.

Con questo libro concludo la lettura dei tre romanzi presi, ormai un anno fa, alla fiera del libro Più Libri Più Liberi. Avevo deciso che avrei dato via ad una nuova tradizione: ogni anno comprare libri da una sola casa editrice e il 2017 è stato l’anno di NN Editore con Le prime 15 vite di Harry August e Le nostre Anime di Notte. Se dei primi due libri avevo sentito molto parlare, addirittura uno lo avevo già letto, di questo non ne conoscevo nemmeno l’esistenza ma, come capita spesso, sono stata attirata dalla seconda di copertina:

 

“il ritratto di una donna ma soprattutto una riflessione sui misteri della coppia, dell’intimità, della fiducia e dell’amore”

 

Mancava così poco al mio matrimonio che mi sembrava adatto! Per quanti di voi lo leggeranno capiranno quanto mi sbagliavo!

Nell’ultimo anno ho fatto molto fatica a leggere, o meglio, ad iniziare a leggere: trovo scuse, non riesco a concentrarmi su nulla e preferisco passare il tempo facendo altro, insomma il più classico dei blocchi del lettore.  Quando ho deciso di prendere in mano questo libro, mi sono approcciata alla lettura con estrema cautela, temendo di abbandonarlo, e per fortuna così non è stato.

La storia raccontata non è né originale, né avvincente tutto il fascino di questa opera risiede infatti nella penna dell’autrice. La Offil accompagna il lettore nel flusso di coscienza della protagonista, di cui non si conoscerà mai il nome, attraverso una scrittura spezzata: fatta di ricordi, sensazioni. sentimenti feriti, pensieri sconnessi, piccole e grandi riflessioni rendendo pian piano chiaro ciò che all’inizio sembrava un nebuloso insieme di parole.

Da sempre mi approccio a letture molto pragmatiche, se un autore vuole descrivere un sentimento lo chiama con il suo nome:  POST SEMBRAVA LA FELICITA'il dolore è dolore, il risentimento è risentimento, la felicità è felicità; la Offil non da nome ai sentimenti, li fa vivere attraverso la lettura, ed è per questo se in un primo momento si parla di un io, di un noi, della nostra bambina, in un secondo momento c’è la moglie, il marito, la figlia. La scrittrice usa la terza persona per rimarcare un distacco: nei sentimenti e nella forma;  non solo dagli altri ma soprattutto da se stessi – si sottolinea un fuga naturale, spontanea da un dolore che non si accetta, che non si merita, che in fondo non si vuole vivere. Non mi ero accorta di questo passaggio finche non si è ripetuto al contrario tornando al noi, all’io e alla felicità vera, questa volta.

Si! Lo consiglio, a chi, come me, dava un nome a tutto così come sembrava ma che con il tempo sta imparando che non tutto deve essere nominato perché sia reale!

Alla prossima, Miriam

 

La Torre di Libri

Eccomi con il mio secondo Book Tag. Lo so è vecchissimo ma io sono giustificata… sono Vintage! Ma basta perderci in chiacchiere e battute pessime – vedi sopra – e cominciamo.

 

 

51RJ-fLEulL._SX324_BO1,204,203,200_Il primo libro di una serie

A malincuore, perché avrei tanto sperato non ne avesse di seguiti, dico Io prima di te di Jojo Moyes. La storia d’amore tra Louisa e Will che mi aveva tanto emozionato speravo davvero non avesse seguito, anche perché non ce n’era motivo, e invece non solo ha un seguito ma è diventata addirittura una trilogia. Non lo nego che leggerò anche il terzo volume, così come ho letto il secondo, perché non mi piace lasciare le cose a metà e perché mi piace parlare da persona informata.

 

 

4127834_277045Il secondo libro di una serie diversa

Non posso non fare un tag e non citare la mia saga preferita…. Harry Potter e la Camera dei Segreti! Che novità vero?! Non ci perderò tanto tempo se non per continuare a ripetervi di leggerla. Per chi ne parla male: Avada Kedavra!!!

 

 

 

 

downloadUn libro con la copertina blu

Quando penso ad una copertina Blu penso alla Sellerio e quindi a La Libreria Stregata di Christopher Morley uno dei pochi libri che ricordo perfettamente e che porto nel cuore.

 

 

 

 

 

coverUn libro il cui titolo è formato da sei lettere

Per rispondere a questa domanda dovrò citare un libro che non ho letto ma ho in programma di leggere questa estate ( TBR Estiva 2018): Cecità di José Saramago. Ne riparleremo più in là.

 

 

 

 

 

61JJ1UfMCkLUn libro che non hai mai letto

Via il dente, via il dolore: Delitto e Castigo. Vi vedo già per le strade a gridare “Shame! Shame! ”

 

 

 

 

 

9788899253509_0_0_1587_75Un libro con il cielo sulla copertina

Per questa domanda propongo il libro della mia ultima recensione Le nostre anime di notte di Kent Haruf. Un libro, dalla copertina bellissima, che consiglio a tutti coloro che cercano di vivere la vita libera dai giudizi altrui.

 

 

 

 

 

9788871687131_0_0_1572_75Un autore con la tua stessa iniziale

Sono fortunata, cito un libro dove l’autrice non solo ha la mia stessa iniziale ma il mio stesso nome: Miriam Towes. Autrice di I miei piccoli dispiaceri un libro che avevo cominciato a leggere con piacere ma che poi, per motivi personali, ho dovuto interrompere; forse un giorno lo riprenderò.

 

 

 

 

5221538_271155Un classico

Un’altra domanda a cui sono costretta a dare una risposta banale: Orgoglio e Pregiudizio. Dico banale perché ne parlo sempre essendo uno tra i miei classici preferiti.

 

 

 

 

 

51k15xVDIvL._SY264_BO1,204,203,200_QL40_Un libro con quattro o più colori sulla copertina

Quando penso ai colori su un libro penso alle graphic novel: Il Suono del mondo a memoria di Giacomo Bevilacqua, Una delle storie d’amore  più belle che abbia mai letto, delicata, ironica e ambientata a New York. Leggetela!

 

 

 

 

Legoismo-e-inutile.-Elogio-della-g-George-Saunders-1Il libro più piccolo nella tua libreria

L’egoismo è inutile di George Saunders conta 73 pagine per un formato leggermente più piccolo di un A5: è sicuramente il libro più piccolo nella mia libreria.

 

 

 

 

 

41671-laura-miller-atlante-dei-luoghi-letterariL’ultimo libro che hai comprato

Per questa domanda credo che barerò. Non ricordo l’ultimo libro che ho comprato ma mi ricordo l’ultimo che mi hanno regalato: Atlante dei luoghi letterari a cura di Laura Miller, anche questo avrà il suo momento di gloria tra le prossime letture che farò!

 

 

 

 

download1Un libro con un volto sulla copertina

E che volto! La regina Elisabetta II in persona è ritratta sulla copertina del La Sovrana Lettrice di Alan Bennet, d’altra parte di parla di lei!

 

 

 

 

 

9788898036318_0_0_0_75Un libro il quale sequel uscirà prossimamente

Ho letto da poco il primo volume, do per scontato che mi piacerà il secondo…Allora quando uscirà il terzo?!  Stiamo parlando di Il clan dei cari estinti, ovviamente! Mi ero scordata il motivo per cui non leggevo più saghe, eccolo: se fatalità la lettura ti prende subirai il dramma dell’attesa , Harry Potter trauma infantile!  

 

 

 

 

51pNFbXR8GL._SY264_BO1,204,203,200_QL40_Un autore che abbia le iniziali uguali

Questa è una di quelle domande che non mi ha per niente messo in difficoltà, subito mi è venuto alla mente l’autore di una delle opere che amo di più Carlo Collodi qui la mia recensione di Le avventure di Pinocchio.

 

 

 

 

 

713ngd7yvvLUn libro il cui titolo è una parola inventata

Anche qui purtroppo dovrò citare un libro che non ho ancora letto ma che ho in programma di leggere questa estate: Flatlandia di Edwin A. Abbott. Già il titolo da suggerimenti sul genere, sarà una lettura del tutto nuova per me.

 

 

 

 

 

9788804543299Un libro con un epilogo

Cito il più bell’epilogo di sempre quello di Sir Gawain, la principessa e il nano una storia d’amore della mia infanzia alla quale sono molto legata. Ogni volta che mi capita il libro per le mani devo rileggerne alcuni passi, un racconto che ho amato e che consiglio a tutti.

 

 

 

 

 

Fine!

16 domande sembrano tantissime, ma mi sono divertita a dover pensare a tutte le risposte, mi sono ricordata di cosa che pensavo di aver rimosso!!! Sentitevi taggati tutti, quindi obbligati a rispondermi e a farmi sapere la vostra Torre di Libri, se invece avete già partecipato al Book Tag linkatemi i vostri articoli così che possa aumentare ancora la mia wishlist!!!

Alla prossima, Miriam

 

 

Descriviti coi libri – Book Tag #1

Girovagando sul web mi sono imbattuta in un bel po’ di Book Tag che man mano vorrei riproporvi. Credo sia un modo molto comodo per potervi parlare di più libri contemporaneamente, conoscerci meglio e perché no? Farci due risate!

Cominciamo:

1) Sei maschio o femmina?

C2_99

 

Per rispondere a questa domanda non posso che citare il libro della mia infanzia: Piccole Donne! Non credo ci sia bisogno di descriverne il motivo.

 

 

 

2) Descriviti.

download

Come già vi avevo accennato Elena McGill e suo marito Roger protagonisti di Il Parnaso Ambulante e La Libreria Stregata sono il mio esatto alterego letterario. Della prima ho sicuramente la voglia di rinnovarmi del secondo l’ambizione e l’amore spassionato per i libri…usati! Potrei dire di non  sapermi descrivere meglio di Christopher Morley!

 

 

3) Cosa provano le persone quando stanno con te?

download

Difficile rispondere a nome d’altri, la mia è più una speranza che un fatto, spero che le persone, in generale, ma più precisamente quelli che amo, si trovino con me come se fossero a casa loro, come Isabel in Le mie cene con Edward.

 

 

 

4) Descrivi la tua relazione precedente.

 

51sMWXyQDYL._SX339_BO1,204,203,200_

Prima della mia attuale relazione non ho avuto altre esperienze, la mia era una relazione con me stessa. Il libro adatto a descrivere questa mia condizione è Piccole donne crescono! Mi sono sempre rispecchiata in Jo March, impulsiva fin dall’infanzia, che ha dovuto imparare a modulare e modellare la propria indole prima di esser pronta per l’amore.

 

 

5) Descrivi la tua relazione attuale.

9788804636038_0_0_856_75

La mia relazione attuale dura da quasi 8 anni, e avvicinandosi il giorno del fatidico sì credo che il modo più adatto per descrivere la nostra relazione sia Luna di miele a Parigi.

 

 

 

6) Dove vorresti trovarti?

51oDkjaJ+RL._SX332_BO1,204,203,200_

Facile, Hogwarts!!! Perciò Harry Potter e la Pietra Filosofale. Attendo ancora con ansia la mia lettera, sono sicura che il Ministero provvederà presto a consegnarla; d’altra parte, se la burocrazia è lenta come in Italia, staranno ancora sistemando i danni della guerra!

 

7) Come ti senti nei riguardi dell’amore?

e-solo-una-storia-damore_8073_x1000

 

Credo di non aver capito bene la domanda, io la intendo così: in quale libro hai letto dell’amore esattamente come lo intendi tu? È solo una storia d’amore. L’amore, per come lo intendo io, è come un ballo di coppia fatto di passione, tecnica affinata negli anni e un pizzico di magia che non guasta mai per mantenere vivo il rapporto.

 

8) Come descriveresti la tua vita?

le-avventure-di-pinocchio-libro-89889

 

La mia vita è un casino! Non fraintendetemi, lo è nel più bello dei modi: sempre di corsa,  piena di impegni, di gente, di risate e di tante cose ancora da imparare esattamente come nel Le avventure di Pinocchio!

 

 

9) Cosa chiederesti se avessi a disposizione un solo desiderio?

51MBla3R3SL._SY264_BO1,204,203,200_QL40_

Facile: essere una strega! perciò dico Harry Potter e il prigioniero di Azkaban è il mio preferito di tutta la saga!

 

 

 

10) Di qualcosa di saggio.

51RJ-fLEulL._SX324_BO1,204,203,200_

 

“Vivi bene. Semplicemente, vivi.” lo dice Will in Io prima di te, è una frase sicuramente ad effetto che in quel particolare contesto e pronunciata da quel personaggio, la rendono ancora più efficace.

 

 

11) Una musica.

71uEPWu5SYL

 

Il suono del mondo a memoria è una graphic novel letta da poco e presto ci sarà la recensione: il libro ha una sua musica!

 

 

12) Chi o cosa temi? 

71wrbTmL4BL

 

Nonostante la mia età spesso mi ritrovo a pensare alla vecchiaia dei miei cari e a volte anche alla mia. Il mio timore più grande è che tutti si dimentichino di me e  mi abbandonino in una casa di cura  come Emilio in Rughe.

 

 

13) Un rimpianto.

51tobQ6iWjL._SY264_BO1,204,203,200_QL40_

 

Amo viaggiare anche se non ne ho avuto mai, economicamente parlando, la possibilità. Spero di rifarmi presto e godermi finalmente anche io, Il giro del mondo in 80 giorni – magari meno di corsa!

 

 

14) Un consiglio per chi è più giovane.

41qyHbuO4TL._SY264_BO1,204,203,200_QL40_

Più che consiglio, quella che offro ai più giovani, è un’arma di difesa: “I Diritti Imprescrittibili del Lettore”,scritti e spiegati da Daniel Pennac in Come un romanzo. Presto ci sarà la recensione.

 

 

15) Da evitare accuratamente!

51Bmt2t8UFL

Alcune di voi mi odieranno ma io dico Un incastro imperfetto. Un libro banale, diseducativo, una storia d’amore insulsa, insignificante e socialmente inaccettabile!

 

 

 

Ecco finito il Tag! Sentitevi tutti taggati vorrei conoscere le vostre risposte!

Alla prossima, Miriam

La Libreria Stregata

download

TITOLO: La libreria stregata

AUTORE: Christopher Morley

EDITORE: Sellerio Editore

ANNO: 1992

 

 

Parnaso in casa

R. e E. Mifflin

Benvenuti gli amatori di libri

Questo negozio è stregato

Se dovessi un giorno lasciare la vendita online per quella in negozio, sarebbe questa l’esatta insegna che trovereste sopra la mia libreria (con il mio nome, magari!). Avete presente quei libri che ti regalano dicendoti “questo è il libro per te!” e in cuor tuo sai che non potrai amare nessun libro allo stesso modo di Harry Potter…Beh, strano ma vero La libreria stregata di Christopher Morley entra a gamba tesa nella mia top ten e, anche se non ve lo state chiedendo, ecco i vari motivi.

Primo fra tutti, incredibile a dirsi, è la trama! La libreria stregata è l’esatto miscuglio di tutto ciò che vorrei trovare in un libro: amore, avventura, mistero e sopratutto libri. Avevamo lasciato Roger ed Elena alla guida del Parnaso ambulante e li ritroviamo con il Parnaso in casa, l’amore per i libri invariato e la loro coppia più affiatata che mai; a questo idilliaco quadretto domestico aggiungete un fedele cagnolone, una ragazza da introdurre al commercio librario, un giovane pubblicista innamorato e le inevitabili conseguenze della fine della prima guerra mondiale, ora mischiate il tutto e il gioco è fatto! La libreria stregata è il seguito del Il Parnaso Ambulante ma si possono considerare come due libri distinti soprattutto per il cambio di prospettiva, infatti nel primo romanzo è Elena la protagonista, in questo il nostro eroe indiscusso è Roger.

Ed ecco il mio secondo motivo: Roger! Roger è un uomo appassionato, pieno di zelo, carismatico e amante dei libri, in più di un’occasione ho dovuto prendere nota delle sue frasi che esprimevano i miei stessi pensieri, nel modo migliore. Tra le tante citazioni di cui ho preso nota, voglio condividere con voi quella che per il mio lavoro, sento più vicina:

La vita di un libraio è demoralizzante per l’intelletto. – Egli è circondato da innumerevoli libri, non gli è possibile leggerli tutti; ne esamina a caso uno, e rosicchia una briciola di un altro

Roger è senza dubbio il mio alter ego maschile!2 La Libreria Stregata - Foto

Terza ed ultima ragione, per cui questo libro rientra nella mia top ten, è Christopher Morley. Per me, è davvero difficile dire che un autore mi ha conquistata, perché negli anni non ho mai letto sotto questa ottica, lo avrò fatto giusto un paio di volte (vedi Rowling e Austen), di norma mi innamoro dei libri e non dei loro autori, in questo caso è stato un doppio colpo di fulmine sia con il romanzo che con l’autore. Christopher Morley è uno scrittore intelligente, ironico, conciso e caratterizzante. Cercando in giro mi dispiace non aver trovato molte notizie su di lui e le poche recuperate sono contrastanti; ma non mi demoralizzo ho intenzione di recuperare tutte le sue opere e coltivare questo mio piccolo grande amore!

Penso di poter concludere qui, perché se continuassi a scrivere arriverei a svelarvi tutto e a togliervi il piacere della lettura; perciò, credo sia scontato dirlo, è un libro che consiglio a tutti, anche a te che credi che questo non sia il tuo genere, per dirla con le parole di Roger:

La gente ha bisogno di libri, ma non lo sa. Ignora in generale che esistono i libri che le occorrono.”

Buona lettura!

A presto, Miriam

La sarta di Dachau

9788811688587_0_0_1561_75

 

TITOLO: La sarta di Dachau

AUTORE: Mary Chamberlain

EDITORE: Garzanti

ANNO: 2016

 

 

La sarta di Dachau, scritto da Mary Chamberlain, è stato definito il fenomeno letterario del 2015, edito in lingua originale da Random House, arriva nelle librerie italiane  grazie a Garzanti, nel gennaio del 2016.

Cominciamo con ordine, e perciò partiamo dalla trama:

Londra, 1939. Ada Vaughan non ha ancora compiuto diciotto anni quando capisce che basta un sogno per disegnare il proprio destino. E il suo è quello di diventare una sarta famosa, aprire una casa di moda, realizzare abiti per le donne più eleganti della sua città. Ha da poco cominciato a lavorare presso una sartoria in Dover Street, e la vita sembra sorriderle. Un viaggio imprevisto a Parigi le fa toccare con mano i confini del suo sogno: stoffe preziose, tagli raffinati, ricami dorati. Ma la guerra allunga la sua ombra senza pietà. Ada è intrappolata in Francia, senza la possibilità di ritornare a casa. Senza soldi, senza un rifugio, Ada non ha colpe, se non quella di trovarsi nel posto sbagliato. Ma i soldati nazisti non si fermano davanti a niente. Viene deportata nel campo di concentramento di Dachau. Lì, dove il freddo si insinua senza scampo fino in fondo alle ossa, circondata da occhi vuoti per la fame e la disperazione, Ada si aggrappa all’unica cosa che le rimane, il suo sogno. L’unica cosa che la tiene in vita. La sua abilità con ago e filo le permette di lavorare per la moglie del comandante del campo. Gli abiti prodotti da Ada nei lunghi anni di prigionia sono sempre più ricercati, nonostante le ristrettezze belliche. La sua fama travalica le mura di Dachau e arriva fino alle più alte gerarchie naziste. Le viene commissionato un abito che dovrà essere il più bello della sua carriera. Un vestito da sera nero, con una rosa rossa. Ma Ada non sa che quello che le sue mani stanno creando non è un abito qualsiasi. Sarà l’abito da sposa di Eva Braun, l’amante del Führer… 

Mi soffermerò poco sulla storia, se non per confermare quanto detto dalla stampa internazionale, si narra dell’amore, della guerra e della speranza in un modo tutto diverso e indimenticabile. Sicuramente non passerà inosservato l’aspetto dedicato ai sogni e al desiderio instancabile di raggiungerli, sono loro che spesso ci mantengono in vita.

26 marzoNon avevo mai letto nulla riguardante la seconda guerra mondiale e, in generale, mi sono sempre ben guardata dal farlo. Sono una persona molto sensibile a certi argomenti e a volte, per proteggermi, ho voluto allontanare da me alcuni discorsi. Ho visitato musei e visto film sul tema, ma tutti molto distanti, temporalmente parlando, l’uno dall’altro ma mai avevo letto qualcosa su quest’epoca storica. Leggere un libro è diverso:  le immagini si auto costruiscono nella mente e rimangono lì, impresse, sei tu il loro creatore e tu che le rendi reali, vivide, incancellabili.

Leggere un libro, con questa consapevolezza, è diverso!

Ada Vaughan è una protagonista particolare, per la quale non si simpatizza subito, anzi. All’inizio la trovavo infantile, viziata e ingenua ma poi il suo vissuto l’ha cambiata al punto che non amarla è stato impossibile. Come già vi accennavo nel Le mie cene con Edward, di norma tendo a immedesimarmi nei personaggi dei libri che leggo, tendo a capirne il linguaggio, le aspirazioni, le gioie ma anche le paure e i dolori, con Ada non è stato così e solo alla fine ne ho colto il motivo: io, non volevo immedesimarmi nella protagonista e soprattutto nel suo dolore.

Questo libro mi ha portato a riflettere molto sulla mia vita, sulla morte e sulla guerra. Durante la seconda guerra mondiale molte coscienze si sono lavate con la frase “io non ne sapevo niente” (come se non ci fossero state le leggi razziali a presagire il disastro) ma oggi, con i social, le breaking news, le foto e i video: quanto possiamo tirarci indietro e dire “io non lo sapevo”? Non voglio fare la morale a nessuno, ma è un libro che senza dubbio mi ha messo in discussione rispetto ai tanti fatti che ogni giorno mi limito ad osservare con cinico distacco.

Lo so, pensavate che sarebbe stata una recensione leggera, e invece… ma ogni tanto un po’ di sana autocritica è utile.

È un libro che consiglio a tutti, niente da aggiungere.

Alla prossima, Miriam