Disney Book Tag

Non credo di aver mai parlato della mia ossessione, pardon… passione per i cartoni animati Disney!23 POST MINNIE

Chi mi conosce sa che posso citare la maggior parte dei cartoni senza colpo ferire, riconoscere e cantare a squarciagola quasi tutte le canzoni – povero marito!

Diciamo che un TAG del genere era solo questione di tempo.

Ma non voglio perder tempo e cominciamo:

 

LA SIRENETTA

Un personaggio che si trova fuori dal suo elemento, un “pesce fuor d’acqua”

1728-3

È stato semplice scegliere il personaggio da assegnare a questa definizione: Elena McGill. Elena è la protagonista de Il Parnaso ambulante, un donna alla soglia dei quarant’anni  che dopo un incontro del tutto casuale con Roger, padrone del Parnaso, capisce come sta vivendo la sua vita e a cosa sta rinunciando. Lascia tutto quello che aveva da sempre conosciuto, e parte per una nuova e straordinaria avventura che la porterà a conoscere il mondo, i libri, l’amore.

 

 

CENERENTOLA

Un personaggio che attraversa una grossa trasformazione

9788898036318_0_0_0_75

Per una definizione del genere come non citare Corrado, da tutti conosciuto come Sad, protagonista de Il Clan dei Cari Estinti. Corrado muore proprio nella notte di Halloween e da quel momento tutto cambia; si ritroverà in un mondo a lui del tutto sconosciuto, con nuovi amici e nuovi nemici, nuove paure e nuove sicurezze. Tutto ciò che è certo si trasforma!

 

 

 

BIANCANEVE

Un libro con un’eclettica rosa di personaggi

51oDkjaJ+RL._SX332_BO1,204,203,200_

Ormai lo sapete che ad ogni Tag io devo, e non ne posso fare a meno, di citare: Harry Potter!

Anche voi capitemi, cos’altro potevo rispondere ad una domanda del genere?! Ogni personaggio della saga è caratterizzato nei minimi dettagli, tutti così diversi e mai banali, non potevo non parlarne!

 

 

 

LA BELLA ADDORMENTATA

Un libro che ti ha fatta addormentare 

nuovo-2Forse per molti dirò qualcosa fuori dal comune ma un libro che mi ha fatto addormentare è I Viceré di Federico De Roberto.

Ho letto questo libro a 15 anni imposto dalla mia professoressa di lettere che su questo volume voleva fare un compito in classe. Io ho sempre letto, ma presa dalle tante cose, mi ero ridotta all’ultimo e così ho colto l’occasione del ponte del primo maggio per leggere tutto il libro… mi sono addormentata più volte!

A posteriori ho riconsiderato il libro come estremamente esplicativo di un epoca di passaggio e ben scritto, ma nei miei quindici anni leggere questa storia è stata solo come un’antipatica imposizione.

 

IL RE LEONE

Un personaggio al quale è capitato qualcosa di tragico durante l’infanzia

cvr9781416500247_9781416500247_hrQuando penso ad un’infanzia tragica in letteratura non posso che citare Jane Eyre protagonista dell’omonimo romanzo di Charlotte Bronte.

Jane Eyre è una bambina orfana che viene affidata a sua zia, la donna insieme ai figli, rendono la bambina oggetto di continua angherie e maltrattamenti. In seguito, viene mandata in una scuola di carità, dove le condizioni e l’igiene in cui era tenuta la struttura, portano molte delle ragazze alla morte, tra cui la migliore amica di Jane, ma la giovane continuerà a studiare con successo finché non troverà la sua strada… se non lo avete letto, cosa aspettate?!

 

LA BELLA E LA BESTIA

Una bestia di libro (in termini di lunghezza) che ti intimidiva, ma che si è rivelato essere una bellissima storia

91WMFO5JlULPenso di aver già accennato come io rifugga dai libri troppo lunghi: non sono psicologicamente appaganti e inoltre, leggendo solo nei ritagli di tempo, non riuscirei a ricordami la storia e i nomi dei personaggi. Tendo ad evitarli!

La mia ultima “bestia” l’ho letta nell’estate dei miei 18 anni, la mia ultima estate spensierata, prima della maturità e della preparazione ai famigerati test d’ingresso; per la bellezza di 1152 pagine David Copperfield di Charles Dickens è stato il libro più lungo che abbia mai letto  e si è rivelata allo stesso tempo uno delle più belle storie della fine della mia adolescenza. Un classico da leggere!

 

ALADDIN

Un personaggio che vede i suoi desideri realizzati, in meglio o in peggio 

7325728_1950285

Come per la prima definizione anche in questo caso ho trovato con estrema facilità chi citare: Charlie.

Charlie, protagonista de La Fabbrica di Cioccolato, è un bambino molto povero che per una fortunata coincidenza trova il quinto ed ultimo biglietto d’oro per entrare nella fabbrica del famoso, quanto misterioso, Willy Wonka. Uscito dalla fabbrica la vita del piccolo e della sua famiglia non sarà più la stessa, e i suoi desideri potranno finalmente realizzarsi!

 

 MULAN

Un personaggio che pretende di essere qualcosa o qualcuno che non è

5221538_271155

 

Ed eccoci ancora con un altro libro che devo citare in ogni Tag, non posso farci nulla, è il mio libro preferito! Dirò solo Mr Wickham, a voi le conclusioni… io passo alla prossima domanda.

 

 

 

 

TOY STORY

Un libro con personaggi che vorresti prendessero vita

downloadPer questa definizione ho impiegato un po’ di tempo per trovare il libro adatto, non avrei voluto essere banale citando i protagonisti di Hogwarts  perciò ho dovuto riflettere a lungo. Alla fine ci sono arrivata, vorrei conoscere Edward di Le mie cene con Edward!

Edward è un simpatico vecchietto dalle incredibili capacità culinarie; insegnerà ad Isabel non solo l’arte in cucina ma anche come assaporare e gustare a tavola e nella vita.

Io vorrei un amico come Edward, che mi insegni a cucinare…

 

DISCENDENTI DISNEY

Il tuo antagonista o personaggio moralmente ambiguo preferito

cover

 

Il mio antagonista ambiguo preferito? Long John Silver.

Vero, reale, non banale l’antagonista/protagonista nell’ Isola del tesoro è stato uno dei personaggi che più ho adorato nella letteratura. Così umano, così sbagliato, così giusto da entrare di diritto nel mio cuore ed in questo Tag.

 

 

 

Ed eccoci alla fine, sentitevi liberi di rispondermi o di taggarmi i vostri articoli nei commenti così che io possa andare a leggerli!

Alla prossima, Miriam

La Torre di Libri

Eccomi con il mio secondo Book Tag. Lo so è vecchissimo ma io sono giustificata… sono Vintage! Ma basta perderci in chiacchiere e battute pessime – vedi sopra – e cominciamo.

 

 

51RJ-fLEulL._SX324_BO1,204,203,200_Il primo libro di una serie

A malincuore, perché avrei tanto sperato non ne avesse di seguiti, dico Io prima di te di Jojo Moyes. La storia d’amore tra Louisa e Will che mi aveva tanto emozionato speravo davvero non avesse seguito, anche perché non ce n’era motivo, e invece non solo ha un seguito ma è diventata addirittura una trilogia. Non lo nego che leggerò anche il terzo volume, così come ho letto il secondo, perché non mi piace lasciare le cose a metà e perché mi piace parlare da persona informata.

 

 

4127834_277045Il secondo libro di una serie diversa

Non posso non fare un tag e non citare la mia saga preferita…. Harry Potter e la Camera dei Segreti! Che novità vero?! Non ci perderò tanto tempo se non per continuare a ripetervi di leggerla. Per chi ne parla male: Avada Kedavra!!!

 

 

 

 

downloadUn libro con la copertina blu

Quando penso ad una copertina Blu penso alla Sellerio e quindi a La Libreria Stregata di Christopher Morley uno dei pochi libri che ricordo perfettamente e che porto nel cuore.

 

 

 

 

 

coverUn libro il cui titolo è formato da sei lettere

Per rispondere a questa domanda dovrò citare un libro che non ho letto ma ho in programma di leggere questa estate ( TBR Estiva 2018): Cecità di José Saramago. Ne riparleremo più in là.

 

 

 

 

 

61JJ1UfMCkLUn libro che non hai mai letto

Via il dente, via il dolore: Delitto e Castigo. Vi vedo già per le strade a gridare “Shame! Shame! ”

 

 

 

 

 

9788899253509_0_0_1587_75Un libro con il cielo sulla copertina

Per questa domanda propongo il libro della mia ultima recensione Le nostre anime di notte di Kent Haruf. Un libro, dalla copertina bellissima, che consiglio a tutti coloro che cercano di vivere la vita libera dai giudizi altrui.

 

 

 

 

 

9788871687131_0_0_1572_75Un autore con la tua stessa iniziale

Sono fortunata, cito un libro dove l’autrice non solo ha la mia stessa iniziale ma il mio stesso nome: Miriam Towes. Autrice di I miei piccoli dispiaceri un libro che avevo cominciato a leggere con piacere ma che poi, per motivi personali, ho dovuto interrompere; forse un giorno lo riprenderò.

 

 

 

 

5221538_271155Un classico

Un’altra domanda a cui sono costretta a dare una risposta banale: Orgoglio e Pregiudizio. Dico banale perché ne parlo sempre essendo uno tra i miei classici preferiti.

 

 

 

 

 

51k15xVDIvL._SY264_BO1,204,203,200_QL40_Un libro con quattro o più colori sulla copertina

Quando penso ai colori su un libro penso alle graphic novel: Il Suono del mondo a memoria di Giacomo Bevilacqua, Una delle storie d’amore  più belle che abbia mai letto, delicata, ironica e ambientata a New York. Leggetela!

 

 

 

 

Legoismo-e-inutile.-Elogio-della-g-George-Saunders-1Il libro più piccolo nella tua libreria

L’egoismo è inutile di George Saunders conta 73 pagine per un formato leggermente più piccolo di un A5: è sicuramente il libro più piccolo nella mia libreria.

 

 

 

 

 

41671-laura-miller-atlante-dei-luoghi-letterariL’ultimo libro che hai comprato

Per questa domanda credo che barerò. Non ricordo l’ultimo libro che ho comprato ma mi ricordo l’ultimo che mi hanno regalato: Atlante dei luoghi letterari a cura di Laura Miller, anche questo avrà il suo momento di gloria tra le prossime letture che farò!

 

 

 

 

download1Un libro con un volto sulla copertina

E che volto! La regina Elisabetta II in persona è ritratta sulla copertina del La Sovrana Lettrice di Alan Bennet, d’altra parte di parla di lei!

 

 

 

 

 

9788898036318_0_0_0_75Un libro il quale sequel uscirà prossimamente

Ho letto da poco il primo volume, do per scontato che mi piacerà il secondo…Allora quando uscirà il terzo?!  Stiamo parlando di Il clan dei cari estinti, ovviamente! Mi ero scordata il motivo per cui non leggevo più saghe, eccolo: se fatalità la lettura ti prende subirai il dramma dell’attesa , Harry Potter trauma infantile!  

 

 

 

 

51pNFbXR8GL._SY264_BO1,204,203,200_QL40_Un autore che abbia le iniziali uguali

Questa è una di quelle domande che non mi ha per niente messo in difficoltà, subito mi è venuto alla mente l’autore di una delle opere che amo di più Carlo Collodi qui la mia recensione di Le avventure di Pinocchio.

 

 

 

 

 

713ngd7yvvLUn libro il cui titolo è una parola inventata

Anche qui purtroppo dovrò citare un libro che non ho ancora letto ma che ho in programma di leggere questa estate: Flatlandia di Edwin A. Abbott. Già il titolo da suggerimenti sul genere, sarà una lettura del tutto nuova per me.

 

 

 

 

 

9788804543299Un libro con un epilogo

Cito il più bell’epilogo di sempre quello di Sir Gawain, la principessa e il nano una storia d’amore della mia infanzia alla quale sono molto legata. Ogni volta che mi capita il libro per le mani devo rileggerne alcuni passi, un racconto che ho amato e che consiglio a tutti.

 

 

 

 

 

Fine!

16 domande sembrano tantissime, ma mi sono divertita a dover pensare a tutte le risposte, mi sono ricordata di cosa che pensavo di aver rimosso!!! Sentitevi taggati tutti, quindi obbligati a rispondermi e a farmi sapere la vostra Torre di Libri, se invece avete già partecipato al Book Tag linkatemi i vostri articoli così che possa aumentare ancora la mia wishlist!!!

Alla prossima, Miriam