Preferiti del Mese: Ottobre 2018

Con molta poca professionalità riparto con questa rubrica: I Preferiti del Mese. Ci eravamo lasciati con il mese di Giugno e ci ritroviamo a parlare di Ottobre – come vola il tempo quando ci si diverte!

Le categorie sono le stesse della scorsa volta, perciò bando alle ciance e iniziamo.

LETTURE

femmina-light-672x1024

La lettura che più di tutte ha segnato questo mese è sicuramente La figlia femmina di Anna Giurickovic Dato – cliccando sul titolo trovate la recensione completa. Un libro drammatico, crudo che nonostante l’abbia terminato ad inizio del mese scorso continua a colpirmi e a farmi riflettere: entra in questa categoria di diritto.

 

 

FILM

How-to-Get-Away-With-Murder-5Se a giugno vi avevo parlato di un film questo mese voglio parlare di una serie tv: How to get away with murder – Le regole del delitto perfetto.

Forse ero rimasta la sola a non averla ancora vista, sta di fatto che non avevo il coraggio, o meglio, la voglia di iniziarla perché non me l’aspettavo così: incalzante, piena di colpi di scena soprattutto mai scontata. Sono solo alla prima stagione, inaspettatamente coinvolgente, e non posso assicurarvi nulla sulle stagioni avvenire ma avrete presto mie notizie. Se siete amanti dei gialli, degli intrighi e dei casi impossibili questa è la serie giusta per voi!

COSA HO IMPARATO

Ottobre è stato un mese all’insegna del sacrificio. Ho cominciato un nuovo lavoro e riorganizzare le proprie giornate non è mai facile, è un sacrificio per tutta la famiglia, e tutti ne risentono volenti o nolenti. Ma nonostante tutto ho compreso meglio un lato del mio carattere: la determinazione. La determinazione, come l’ho appresa questo mese, non è la semplice voglia di portare a termine qualcosa di iniziato ma il desiderio di costruirsi il proprio meglio giorno per giorno, non dando per scontate le piccole vittorie.  Non sempre è facile e io ci sto ancora lavorando, ma faccio piccoli passi volta per volta!

MOMENTI

tp0004c_Double_Gate_Cover_onlyOttobre ha solo un evento particolare ed ogni anno è sempre lo stesso: il compleanno di Gaetano! Questo è stato il suo primo compleanno da sposato e purtroppo non ho potuto festeggiarlo come avrei voluto, ma ho comunque provato a rendere questa giornata perfetta per lui!

Così dopo il lavoro abbiamo preparato la pizza e abbiamo visto uno dei suoi film preferiti: Babadook, in teoria doveva essere un film horror, ma io ho pianto dall’inizio alla fine.

Per molti di voi risulterà un ricordo banale ma per me e Gaetano che pur lavorando nella stessa casa passiamo pochissimo tempo insieme – sembra impossibile ma lo è – ritrovarsi un sera e dedicarla esclusivamente a noi, è stato un ricordo e momento piacevole per entrambi.

BEAUTY  E VESTITI

I520x490-giubbotto-effetto-pelle-volant-nero-stradivarius-neri-pellePer quanto riguarda questa categoria ho ben poco da dire in questo mese, perciò opterò per l’unico capo che mi viene in mente e che mi ha salvato nel triste passaggio dalla mia amata estate al freddo autunno: il giacchetto di pelle.

Il mio, in particolare, l’ho comprato un anno fa da Oviesse al prezzo di 49,90. Desideravo da tempo un giacchetto di pelle e credo di aver fatto un ottimo acquisto, lo adoro e lo indosso con tutto!

 – questo in foto, che è del tutto uguale al mio, è in realtà di Stradivarius –

RANDOM

POST CASTAGNEPer questa categoria come non citare il must della stagione autunnale: le castagne!

Per la prima volta nella mia vita, abitando in un paese dove le castagne si trovano per strada, non ho dovuto spendere un patrimonio per assaggiarle ma me le sono proprio godute. Ho già deciso che per il prossimo anno mi attrezzerò meglio e creerò delle vere e proprie battute di caccia, tutte le castagne del paese saranno mie!

 

E così finiamo, spero di riuscire a mantenere una maggiore continuità con questa rubrica, e se così non dovesse essere perdonatemi!

Alla prossima, spero,

Miriam

Halloween Book Tag

Halloween is coming!

Il buon lettore sa che c’è un solo modo per prepararsi alla notte più spaventosa dell’anno: leggere libri horror! E il buon bookblogger?… scrive un Book Tag a tema Halloween! POST HALLOWEEN PIPISTRELLI

Lo ammetto, io sono una fifona! Non guardo film di paura a meno che non sia giorno e non ci sia qualcuno in casa, ma anche in quel caso… Avevo ripromesso al marito, grande amante dell’horror, che avremmo visto qualche film insieme una volta sposati ma poi ho sempre rimandato in un modo o nell’altro, perciò mi sono detta – magari con i libri riesco a superare un po’ la paura – ci riuscirò? Ai posteri l’ardua sentenza!

Capirete già da voi la mia difficoltà nello scrivere di libri adatti a questo tema!

 

Zucca

La lanterna si accende… quale libro avrebbe bisogno di un po’ di luce?

9788811688587_0_0_1561_75 

Un libro che mi sarebbe piaciuto illuminare è sicuramente La Sarta di Dachau.

Ho sperato fino all’ultimo, fino all’ultima pagina di trovare uno spiraglio di luce ma, d’altra parte, in un tema di questa portata c’era ben poco da cercare.

 

 

Trick or Treat

Suonano il campanello, fai la tua scelta… quale libro regaleresti?

714e6yVmg5L

 

Un libro, che a mio parere, potrebbe incontrare i gusti di una gran quantità di persone è Le prime quindici vite di Harry August.

La risposta, in realtà, è già testata: è un libro che in effetti ho regalato e consigliato a molti, ricevendo in cambio tanti ringraziamenti!

 

 

Casa infestata

Un libro dalla copertina inquietante.

 51Wt2KWg3fL._SX357_BO1,204,203,200_

Una delle copertine più inquietanti che ho visto è Animali.

Magari per voi non lo è;  ma io non leggo libri di paura, e questo è l’unico libro che mi è venuto in mente  perché della copertina ho visto il work in progress avendola disegnata il marito.

 

 

 

Fantasma

Il libro più spaventoso che hai letto

Eh eh, non so cosa rispondere! Ho già detto che non leggo libri di paura?! Consigliatemi un titolo che rientri nel genere ma non troppo, mi sono spiegata da sola, come al solito!

 

Vampiro

Un libro che ti ha ammaliato

20160928145849_269_coverweb 

 

Fiabe islandesi è uno dei libri che più mi ha ammaliato. I racconti intrisi di magia e mistero mi hanno stregato, e le storie di posti freddi e isolati dal mondo fatto sognare di essere lì.

 

 

 

Dolciumi

Siate golosi… i tuoi libri preferiti!

 quando-siete-felici-fateci-caso-1943

 

Molti delle mie storie preferite le conoscete, perciò ne citerò uno nuovo Quando siete felici fateci caso di Kurt Vonnegut.

Un libro che rileggo spesso e con piacere e, soprattutto nei momenti no, mi aiuta molto a riflettere.

 

 

Strega

Mescola il calderone… quale libro ti ha ingannato?

 61HloQpmksLCi avete fatto caso quanto sia più facile rispondere di una delusione che di un momento felice?

A tal proposito, ho trovato subito una risposta adatta a questa domanda: Dopo di te.

Pensavo che lo avrei amato, così come era accaduto con il suo prequel, Io prima di te, invece si è rivelato un libro sciapo, che della poetica del prima aveva perso tutto,  lasciandomi con l’amaro e la delusione per la pubblicazione di un terzo libro ancora, che ovviamente non comprerò mai!

 

Bara

Alcuni libri è meglio chiuderli per non soffrire troppo… quali?

61qfsp7NxWL (1) 

 

Senza dubbio: Il Cacciatore di Aquiloni.

Ho impiegato più del mio solito per terminare la lettura di questo libro, mi sono presa tutto il tempo per metabolizzare ogni singola pagina, ogni singolo dolore… non avrei mai potuto leggerlo tutto d’un fiato come mio solito.

 

 

Ragnatela

Un libro in cui ti sei impigliato ed hai avuto fatica a liberarti.

 9788871687131_0_0_1572_75

Un libro in cui sono rimasta impigliata tanto tempo e che poi ho dovuto smettere di leggere è I miei piccoli dispiaceri di Miriam Toews. Non tanto per lo stile dell’autrice, che invece era coinvolgente e lineare, quanto per la storia raccontata: troppo vicina ad un mio vissuto personale, troppo poco tempo trascorso dall’accaduto alla lettura … forse un giorno riuscirò a terminarlo.

 

 

Scheletro

Qual é il tuo scheletro nell’armadio?

 4158254_284740

Il mio scheletro nell’armadio è sicuramente tutto ciò ch riguarda la letteratura russa di cui, con mio grande rammarico, non ho mai letto nulla!

Sicuramente l’opera che più mi dispiace non aver letto è I fratelli Karamazov, sono anni che mi dico di recuperare questo volume: che il 2019 sia l’anno buono?!

 

 

 

Ed eccoci finito questo Tag;  spero che nonostante tutto vi sia piaciuto.

Fatemi sapere se anche voi fate parte del #teamcoraggiosidigiorno o se siete intrepidi e coraggiosi come gli eroi dei libri che tanto ammiro!

Non mi resta che augurarvi buone letture paurose!

Alla prossima, Miriam