The Winter Wonderland Book Tag

22 POST WINTER TAG (1)Con il crollo delle temperature e l’arrivo del gelo era solo questione di tempo per l’arrivo di questo Tag.

Cercando su internet inspirazione per nuovi contenuti sono arrivata all’articolo di  Pezzi di Carta e riprendendo le sue domande  ecco il Winter Wonderland Book Tag!

 

 

 

Quale libro è così allegro e dolce che ti scalda il cuore?

1728-3Sono nata in piena estate, il 24 luglio precisamente, ed è forse per questo che credo di avere una specie di avversione per tutto ciò che è freddo: amo il caldo, le lunghe giornate, il mare, e neanche a dirlo, le ferie! Capite da voi che l’inverno, se non fosse per il Natale e le vacanze in generale, sarebbe una stagione per me invivibile; in questi momenti cerco qualcosa che mi scaldi il cuore – al resto ci pensano la vestaglia, i calzettoni in lana e la borsa dell’acqua calda! – e mi riporti a pensare positivo, perciò non posso che rispondere: Il Parnaso Ambulante. La storia di Ellen e Roger rimane una delle mie preferite: la passione per i libri, la ricerca delle proprie passioni, del proprio io e – perché no?! – dell’amore la rendono una storia che non mi stancherei mai di rileggere.

 

Qual è il tuo libro preferito con una copertina bianca?

41qyHbuO4TL._SY264_BO1,204,203,200_QL40_

 

Dovendomi limitare alla scelta di un libro a copertina bianca dico Come un romanzo. Un saggio che parla di libri, del piacere della lettura, dell’universalità del leggere e dei diritti del lettore come poteva non essere tra i miei preferiti!

 

 

 

Sei seduto su una bella sedia comoda, indossando un pigiama, con una tazza di cioccolata calda ma quale mostruoso libro stai leggendo?

37365-maledizione-cuore-fantasmaSono sicura che questa sia una domanda trabocchetto vero?! Perché dovrei leggere un libro di paura mentre mi bevo una cioccolata calda? Sapete che io sono una fifona? Ad ogni modo, credo che starei leggendo La Maledizione del Cuore Fantasma. Molti di voi obietteranno che  non è proprio un libro mostruoso e per rispondervi vi linko il mio Halloween Book Tag capirete che quando leggerò questo libro per me sarà un grande passo avanti.

 

 

 

Ha iniziato a nevicare e hai deciso di fare una battaglia a palle di neve! Quale personaggio ti farebbe compagnia?

s-l500 (1)

Ma sicuramente le mie amiche di infanzia: Meg, Jo, Beth ed Amy di Piccole Donne!  Adoravo le loro escursione, le gare di pattinaggio e le battaglie a palle di neve, ne avrei sicuramente preso parte e credo che avrei miseramente perso, considerando il mio scarso equilibro su superfici instabili e la mia limitata praticità sulla neve!

 

 

 

Purtroppo, il fuoco nel camino sta per spegnersi. Di quale libro strapperesti le ultime pagine per gettarle nel fuoco?

91brxhFf3ULNon credo getterei mai un libro nel camino. Non si fa, non mi piace come fatto ma nemmeno come idea anche se il libro dovesse essere orrendo e fidatevi, di libri orrendi ne ho letti a bizzeffe, ma preferisco relegarli all’oblio piuttosto che gettarli nel fuoco: è la punizione migliore per i loro autori. Gettando nel fuoco un libro scritto male e brutto si consentirebbe all’autore di passare per martire invece “condannandolo” all’oblio si spera che prima o poi capisca che scrivere è un lavoro per pochi, leggere è per tutti! Comunque, per riprendere dalla domanda io direi:

SPOILER

Un lungo fatale inseguimento d’amore ma non tutto, solo le ultime pagine, per riscriverle meglio ed evitare il triste epilogo.  Non ho ancora perdonato la Alcott per quel finale!

 

Quale libro vicino al tuo cuore regaleresti a qualcuno che non ama leggere?

51oDkjaJ+RL._SX332_BO1,204,203,200_Facile: Harry Potter!

La mia famiglia è composta principalmente da lettori: mio padre legge saggistica e  mia madre è una vera appassionata di narrativa; così sia io, che i miei fratelli, abbiamo da sempre letto.  mia madre che ha comprato e letto per prima Harry Potter e la pietra filosofale e ha voluto che lo leggessimo anche noi. Tutti lo abbiamo accolto con entusiasmo ma non riuscivamo a convincere Davide. Non voleva saperne di leggere! Un giorno mia madre gli propose di cominciar a leggere la saga dal terzo volume, visto che i primi due film li aveva già visti e che, a nostro parere, sono piuttosto fedeli ai libri. La proposta fu accettata e così non ha più smesso, ha letto anche i primi due volumi e poi tutta la saga. Davide è l’unico di noi che ha letto i libri di Harry Potter talmente tante volte che se prendiamo uno qualsiasi tra i sette libri e leggiamo le prime parole di un capitolo lui sa dire esattamente il libro e il titolo del capitolo da cui si sta citando! Le vere magie! Ovviamente non si è limitato a leggere solo Harry Potter ora è un lettore appassionato!

 

Eccoci alla fine del nostro The Winter Wonderland Book Tag.

Continuate a coprirvi, a bere bevande calde ma soprattutto continuate a leggere!

Alla prossima, Miriam

La Sovrana Lettrice

 

download1TITOLO: La Sovrana Lettrice

AUTORE: Alan Bennet

EDITORE: Adelphi

PAGINE: 124

 

 

 

La sovrana lettrice di Alan Bennet è stato pubblicato per la prima volta in Italia nel 2007 da Adelphi.

È un libro che ho letto perché consigliato da Valeria di Read Vlog Repeat , la seguo sempre con piacere e mi fido del suo gusto perciò l’ho preso, in più lei lo descriveva come un libro breve e divertente e in effetti lo è. L’ho letto in meno di due ore mentre ero in sala d’attesa e mi sono fatta qualche risata.

La sovrana lettrice narra le vicende della regina Elisabetta che scopre il piacere della lettura con tutto quello che ne consegue. Sebbene non credo sia questo lo scopo del libro, mi ha fatto molto riflettere l’atteggiamento della regina, che leggendo, trova molte chiavi di volta per cambiare il suo carattere. è stato, per me, motivo di riflessione poiché, avendo letto fin da bambina non avevo mai considerato come, in effetti, ogni libro possa plasmare il proprio modo di essere e di pensare. 14 LA SOVRANA LETTRICEL’ultimo aspetto che mi ha colpito è che la lettura è un muscolo e come tale va sviluppato, anche lo stesso Pennac in Come un Romanzo affermava che molto spesso negli anni ci accorgiamo di poter tornare su libri che prima ci sembravano insormontabili e dopo familiari.

Ho molto apprezzato La sovrana Lettrice soprattutto perché ormai sono entrata nel mood “libri che parlano di libri” mi sembra di non poterne più fare a meno, mi piacciono quest ultimi perché mi confermano nelle mie scelte, come dice lo stesso Bennet “Nei libri non si mette la vita, nei libri la si trova”

È una storia talmente breve e piacevole che lo consiglio a tutti, a coloro che hanno sempre letto e a coloro che si rammaricano di aver cominciato troppo tardi, non c’è mai un tempo esatto e La sovrana lettrice ne è la dimostrazione, per avere sempre un finale a sorpresa!

Alla prossima, Miriam

Come un Romanzo

41qyHbuO4TL._SY264_BO1,204,203,200_QL40_ TITOLO: Come un romanzo 

AUTORE: Daniel Pennac

EDITORE: Feltrinelli

ANNO: 1993

 

 

 

Come un romanzo è un saggio scritto da Daniel Pennac pubblicato per la prima volta in Italia, da Feltrinelli, nel 1993.

Non ho mai letto saggi per piacere ma solo per studio,  perciò è stata una esperienza del tutto nuova come lettrice e devo dire che in questo caso è più azzeccata che mai! Se vi state domandando cosa ci sia di azzeccato tra questo libro e la prova di un genere nuovo, dovrei cominciare dal principio: come sono arrivata a leggere Come un romanzo?

Mi autodefinisco un’accanita lettrice, piuttosto lenta nella lettura, indifferente ai generi e sensibile alle recensioni altrui. Impiego molto più tempo a decidere cosa leggere, piuttosto che a leggere effettivamente, perciò una volta che scelgo un libro lo porto a termine, non ho mai lasciato un libro a metà…ultime parole famose! Avevo da poco concluso un romanzo che mi era molto piaciuto  e, come tutti sapete, finire un libro di cui si è innamorati è come affrontare un piccolo “lutto”, così ho impiegato molto tempo prima di convincermi che era il momento di cominciarne un altro.

9 Come un Romanzo - FotoIl libro prescelto per aiutarmi a superare il mio “lutto” era piuttosto anonimo ma lineare, ed era proprio quello che cercavo: una complicata storia d’amore ambientata a Roma. Tutto sembrava perfetto ma ecco la fregatura era dietro l’angolo: un libro per niente coinvolgente, uno stile scarno, sconnesso, come se fosse zoppo; ed ecco il mio problema, continuo sperando in una storia non troppo banale, anche se lo stile lo renderà una strada in salita, o lascio perdere? Questo per molti lettori sarà un problema banale, il naturale svolgersi delle cose, se un libro non piace lo si lascia a metà;  ma per me, che non lo avevo mai fatto, sembrava una cosa sbagliata. Ho chiesto consiglio ad altri lettori per sapere la loro scuola di pensiero riguardo alla cosa e senza consigliarmi soluzioni mi misero in mano un altro libro: Come un romanzo.

Come un romanzo è un saggio sui libri o meglio su come questi possano essere trasformati da “mattoni” a “nuvole”. Pennac affronta le problematiche dei giovani che si approcciano alla lettura, riunendole in tre macro gruppi: il primo approccio alla lettura, che si affronta da bambini; il dover leggere, problema tipicamente adolescenziale; il dare da leggere, ovvero il problema degli adulti amanti della letteratura che si aspettano lo stesso tipo d’amore da chiunque.

Ma la vera perla di questo saggio sono loro: i 10 diritti imprescrittibili del lettore. Di questi dieci vi spoilero solo il terzo:

III. il diritto di non finire un libro

Vi viene in mente niente!

Questo saggio mi ha aiutata molto come lettrice, mi sono ritrovata in tante cose positive e in tante negative, mi ha aiutato a capire come non devo comportarmi se voglio che anche altri scoprano lo stesso mio piacere nel leggere un libro, e come a volte esigere un determinato approccio alla lettura sia molto meno efficace della condivisione della felicità che essa mi procura.

Non voglio andare oltre, perché di fronte ad un libro che in modo così impersonale diventa poi momento di riflessioni personali, forse è il caso di abbandonare le congetture e consegnarlo direttamente al prossimo lettore affinché lo faccia suo al modo in cui crede sia meglio fare.

Alla prossima, Miriam

Descriviti coi libri – Book Tag #1

Girovagando sul web mi sono imbattuta in un bel po’ di Book Tag che man mano vorrei riproporvi. Credo sia un modo molto comodo per potervi parlare di più libri contemporaneamente, conoscerci meglio e perché no? Farci due risate!

Cominciamo:

1) Sei maschio o femmina?

C2_99

 

Per rispondere a questa domanda non posso che citare il libro della mia infanzia: Piccole Donne! Non credo ci sia bisogno di descriverne il motivo.

 

 

 

2) Descriviti.

download

Come già vi avevo accennato Elena McGill e suo marito Roger protagonisti di Il Parnaso Ambulante e La Libreria Stregata sono il mio esatto alterego letterario. Della prima ho sicuramente la voglia di rinnovarmi del secondo l’ambizione e l’amore spassionato per i libri…usati! Potrei dire di non  sapermi descrivere meglio di Christopher Morley!

 

 

3) Cosa provano le persone quando stanno con te?

download

Difficile rispondere a nome d’altri, la mia è più una speranza che un fatto, spero che le persone, in generale, ma più precisamente quelli che amo, si trovino con me come se fossero a casa loro, come Isabel in Le mie cene con Edward.

 

 

 

4) Descrivi la tua relazione precedente.

 

51sMWXyQDYL._SX339_BO1,204,203,200_

Prima della mia attuale relazione non ho avuto altre esperienze, la mia era una relazione con me stessa. Il libro adatto a descrivere questa mia condizione è Piccole donne crescono! Mi sono sempre rispecchiata in Jo March, impulsiva fin dall’infanzia, che ha dovuto imparare a modulare e modellare la propria indole prima di esser pronta per l’amore.

 

 

5) Descrivi la tua relazione attuale.

9788804636038_0_0_856_75

La mia relazione attuale dura da quasi 8 anni, e avvicinandosi il giorno del fatidico sì credo che il modo più adatto per descrivere la nostra relazione sia Luna di miele a Parigi.

 

 

 

6) Dove vorresti trovarti?

51oDkjaJ+RL._SX332_BO1,204,203,200_

Facile, Hogwarts!!! Perciò Harry Potter e la Pietra Filosofale. Attendo ancora con ansia la mia lettera, sono sicura che il Ministero provvederà presto a consegnarla; d’altra parte, se la burocrazia è lenta come in Italia, staranno ancora sistemando i danni della guerra!

 

7) Come ti senti nei riguardi dell’amore?

e-solo-una-storia-damore_8073_x1000

 

Credo di non aver capito bene la domanda, io la intendo così: in quale libro hai letto dell’amore esattamente come lo intendi tu? È solo una storia d’amore. L’amore, per come lo intendo io, è come un ballo di coppia fatto di passione, tecnica affinata negli anni e un pizzico di magia che non guasta mai per mantenere vivo il rapporto.

 

8) Come descriveresti la tua vita?

le-avventure-di-pinocchio-libro-89889

 

La mia vita è un casino! Non fraintendetemi, lo è nel più bello dei modi: sempre di corsa,  piena di impegni, di gente, di risate e di tante cose ancora da imparare esattamente come nel Le avventure di Pinocchio!

 

 

9) Cosa chiederesti se avessi a disposizione un solo desiderio?

51MBla3R3SL._SY264_BO1,204,203,200_QL40_

Facile: essere una strega! perciò dico Harry Potter e il prigioniero di Azkaban è il mio preferito di tutta la saga!

 

 

 

10) Di qualcosa di saggio.

51RJ-fLEulL._SX324_BO1,204,203,200_

 

“Vivi bene. Semplicemente, vivi.” lo dice Will in Io prima di te, è una frase sicuramente ad effetto che in quel particolare contesto e pronunciata da quel personaggio, la rendono ancora più efficace.

 

 

11) Una musica.

71uEPWu5SYL

 

Il suono del mondo a memoria è una graphic novel letta da poco e presto ci sarà la recensione: il libro ha una sua musica!

 

 

12) Chi o cosa temi? 

71wrbTmL4BL

 

Nonostante la mia età spesso mi ritrovo a pensare alla vecchiaia dei miei cari e a volte anche alla mia. Il mio timore più grande è che tutti si dimentichino di me e  mi abbandonino in una casa di cura  come Emilio in Rughe.

 

 

13) Un rimpianto.

51tobQ6iWjL._SY264_BO1,204,203,200_QL40_

 

Amo viaggiare anche se non ne ho avuto mai, economicamente parlando, la possibilità. Spero di rifarmi presto e godermi finalmente anche io, Il giro del mondo in 80 giorni – magari meno di corsa!

 

 

14) Un consiglio per chi è più giovane.

41qyHbuO4TL._SY264_BO1,204,203,200_QL40_

Più che consiglio, quella che offro ai più giovani, è un’arma di difesa: “I Diritti Imprescrittibili del Lettore”,scritti e spiegati da Daniel Pennac in Come un romanzo. Presto ci sarà la recensione.

 

 

15) Da evitare accuratamente!

51Bmt2t8UFL

Alcune di voi mi odieranno ma io dico Un incastro imperfetto. Un libro banale, diseducativo, una storia d’amore insulsa, insignificante e socialmente inaccettabile!

 

 

 

Ecco finito il Tag! Sentitevi tutti taggati vorrei conoscere le vostre risposte!

Alla prossima, Miriam