Sir Gawain, la damigella e il nano

9788804543299TITOLO: Sir Gawain, la damigella e il nano

AUTORE: Gerald Morris

EDITORE: Mondadori

ANNO: 2005

 

 

Sir Gawain, la damigella e il nano è un libro scritto da Gerald Morris pubblicato dalla Mondadori per la collana Junior Fantasy nell’anno 2005.

Di questo libro ne avevo già parlato nel La Torre dei Libri – Book Tag #2, ma  non abbastanza approfonditamente e un libro del genere merita una sua recensione, perciò eccomi qui!

Avevo poco più di 12 anni quando questo volume mi è stato regalato da una mia, tuttora carissima, amica; inizialmente ero rimasta un po’ colpita dal titolo e dalla copertina, come sapete il genere fantasy non è il mio forte perciò non ero molto ben disposta verso un libro che parlasse di nani ma visto che la mia amica lo aveva visto e letto pensando a me, non potevo non leggerlo, anche solo per capire perché era convinta che mi sarebbe piaciuto… mi conosceva meglio di quanto potessi sperare!

Cominciamo con ordine, la trama!

Lady Lynet è in difficoltà: sua sorella ha un malvagio pretendente che sfida a duello e decapita chiunque si avvicini al castello e osi contendere la mano della ragazza. Così una notte l’intrepida Lynet scappa, diretta verso la corte di re Artù, dove spera di incontrare un valoroso cavaliere in grado di sconfiggere il Cavaliere delle Terre Rosse e liberare il castello. Ben presto trova Roger, uno strano nano che l’accompagna nel cammino verso Camelot

L’estratto della trama non è del tutto esplicativo della complessità della storia, perché sì, sebbene sia un libro indirizzato ad un pubblico giovane la trama in realtà è più intricata di quello che sembra. Coinvolgente, mai banale, a tratti romantica con il giusto accenno di fantasy è una narrazione adatta anche ad un pubblico più adulto. Ma ovviamente non voglio spoilerare nulla, perché vi toglierei il gusto di leggerlo.

POST LA DAMIGELLA E IL NANO

Gerald Morris ha uno stile lineare ma originale. Ho apprezzato, più di tutto, il modo di caratterizzare ogni personaggio, un particolare che nei libri per ragazzi è spesso tralasciato. L’autore delinea i protagonisti della storia non solo nell’aspetto, che risulta di per sé esplicativo del soggetto, ma anche nei modi di esprimersi, muoversi e rapportarsi. Lynet e Roger, rispettivamente la damigella e il nano, sono ironici, pungenti, sagaci; tutt’ora, leggendo i loro dialoghi, scoppio a ridere!

Ho scoperto scrivendo la recensione che reperire questo volume è quasi impossibile, solo alcuni piccoli negozi dell’usato lo propongono ancora, anche se è un libro che meriterebbe la ristampa! Inoltre quest’opera appartiene in realtà ad una collana: Le Avventure di Sir Gawain, da qui il titolo! Infatti da piccola, fino all’ultima pagina mi sono domandata il motivo di un titolo del genere, visto che di Gawain si fa conoscenza solo alla fine; purtroppo, vista la scarsa recuperabilità dei volumi, non ho mai potuto leggere altro di questo autore, con mio dispiacere.

Come tutti i libri letti e amati nella mia infanzia, anche questo, di tanto intanto, apprezzo rileggere e ripercorrere, così, alcune delle emozioni provate da bambina. La rilettura spesso mi aiuta a ricordare chi ero, chi sono e chi voglio essere, a ri-focalizzare gli obiettivi e a ri-immergermi nella quotidianità.

Un libro che consiglio a chi ama i cavalieri, chi ha fratelli e non li sopporta, ma meno male che ci sono, a chi avrebbe desiderato avere un elisir di bellezza in passato a chi per trovare l’Amore deve prima conoscere se stesso.

Alla prossima, Miriam

 

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.